LISA HANNES

LISA HANNES
26 gennaio 2017 Talina

Spring_Stars_L_23.1_medium2

Il 2016 è stato senza dubbio l’anno degli accessori.
Tra questi, gli scialli l’hanno fatta da padroni surclassando ogni altro tipo di manufatto.
Li abbiamo censiti a centinaia sulla nostra pagina FB, li abbiamo replicati, commentati, modificati e soprattutto abbiamo sognato di avere, almeno un giorno, così tanto tempo a disposizione da poterli realizzare tutti.
Quando poi abbiamo conosciuto i lavori di Lisa Hannes abbiamo compreso l’impossibilità di riuscire nell’intento, tanto numerosi e vari sono quelli della sua collezione e di conseguenza delle possibilità che questa apre.

Lavorati in piano e in tondo, spaziano dal rigore teutonico piatto e informale che evoca paesaggi grigi e stratificati di una cava della Saar, ad effetti tridimensionali che danno l’impressione di essere tessuti a telaio, passando per l’ornamento floreale paripennato, la geometria romboidale, la monocromia quasi ossessiva e la sovrapposizione acrobatica di accostamenti improbabili se progettati a tavolino eppure stupefacenti quando realizzati.
Insomma: vere e proprie opere d’arte contemporanea.

Parca di informazioni su di se, la apprezziamo anche per questa sfaccettatura che lascia parlare i suoi lavori, dando della designer tedesca una connotazione di riservatezza che ci pare una sottolineatura del suo garbo.

E’ osservando creativi come lei che abbiamo la chiara certezza che, per quanto abbondante, il mondo dell’ingegno, dell’artigianato, del buongusto e del saper fare è ancora infinitamente lontano dal potersi dire saturo; insomma, c’è ancora spazio per tutti coloro che sanno e vogliono guardarsi intorno alla ricerca di ispirazioni.

Ai link che trovate abbondanti in questo articolo, potrete apprezzare parte della sua produzione che trova spazio anche su instagram e per quanto concerene la riproduzione qualitativamente impareggiabile dei suoi lavoi, vi lasciamo alla loro realizzazione impiegando i filati Laines du Nord.